Antiepilettici, Sovrappeso ed Obesità

L’obesità è una patologia che attualmente colpisce oltre 300 milioni di individui nel mondo, è associata a mortalità prematura e comporta una compromissione cronica delle condizioni di salute. La dieta, l’attività fisica e gli interventi comportamentali non riescono a controllare i molteplici rischi per la salute associati con il sovrappeso e l’obesità e quindi una attenzione sempre maggiore è rivolta agli interventi farmacologici. dreamstime_10887089L’impiego infruttuoso (e pericoloso) di una intera generazione di farmaci antiobesità caratterizzati da attività psicostimolante (amfetamine e sostanze amfetamino simili), ha condotto nella maggioranza dei casi all’interruzione della commercializzazione di tali prodotti. Più recentemente nuove possibilità per il trattamento del sovrappeso, dell’obesità e delle patologie del comportamento alimentare con peso elevato (Binge Eating Disorder, Bulimia Nervosa) sembrano provenire da alcuni antiepilettici. Partendo dall’osservazione casuale che alcuni trattamenti antiepilettici sembravano indurre calo ponderale anzichè aumento di peso, come invece normalmente succede nelle terapie anticomiziali, alcuni farmaci sono stati testati nel trattamento di patologie correlate al peso ed al tono dell’umore. In particolare topiramato e zonisamide, due antiepilettici accomunati da una parte del loro meccanismo d’azione (inibizione dell’anidrasi carbonica), avrebbero dimostrato in diversi studi la capacità di indurre un persistente calo ponderale in pazienti affetti da obesità. Il topiramato sembra avere un ampio spettro di azione in quanto i risultati preliminari ne suggeriscono le proprietà di contrastare le abbuffate, le condotte compensatorie e di indurre calo ponderale. Altri possibili campi di utilizzo di topiramato riguardano il sonno e la night eating syndrome, ma a questo livello i dati sull’efficacia sono ancora più deboli. La zonisamide invece potrebbe avere una sua efficacia nelle forme di Binge Eating Disorder associate ad obesità. In ogni caso sia l’uso di Topiramato che di Zonisamide sono associati ad effetti indesiderati che potrebbero limitarne l’uso nei disturbi alimentari. Inoltre entrambi i farmaci non hanno ancora ricevuto l’indicazione per il trattamento del sovrappeso o delle patologie del comportamento alimentare. Topiramato è attualmente commercializzato inItalia (nome commerciale Topamax) per il trattamento dell’epilessia nelle epilessie parziali semplici o complesse, nella sindrome di Lennox-Gastaut e nelle epilessie generalizzate con crisi tonico-cloniche ed è inoltre indicato nella profilassi dell’emicrania. Zonisamide (nome commerciale Zonegran) e’ indicato come terapia aggiuntiva nel trattamento di pazienti adulti con crisi epilettiche parziali, con o senza generalizzazione secondaria.                                                                                                     Non sono ancora completamente noti i complessi meccanismi fisiopatologici che conducono all’aumento di peso eccessivo o alle patologie del comportamento alimentare, ma se venisse confermato il ruolo degli inibitori dell’anidrasi carbonica nel controllo ponderale  si aprirebbe la strada ad una nuova generazione di farmaci utili in patologie a diffusione praticamente epidemica con un profilo di sicurezza completamente diverso e migliore rispetto ai farmaci finora utilizzati in questo campo

Bibliografia essenziale:

Role of antiepileptic drugs in the management of eating disorders.
McElroy SL, Guerdjikova AI, Martens B, Keck PE Jr, Pope HG, Hudson JI.
CNS Drugs. 2009;23(2):139-56

Efficacy of topiramate in bulimia nervosa and binge-eating disorder: a systematic review.
Arbaizar B, Gómez-Acebo I, Llorca J.
Gen Hosp Psychiatry. 2008 Sep-Oct;30(5):471-5

Carbonic anhydrase inhibitors as emerging drugs for the treatment of obesity.
Supuran CT, Di Fiore A, De Simone G.
Expert Opin Emerg Drugs. 2008 Jun;13(2):383-92.

Are carbonic anhydrase inhibitors suitable for obtaining antiobesity drugs?
De Simone G, Di Fiore A, Supuran CT.
Curr Pharm Des. 2008;14(7):655-60

Antiobesity carbonic anhydrase inhibitors.
De Simone G, Supuran CT.
Curr Top Med Chem. 2007;7(9):879-84

Zonisamide in the treatment of binge eating disorder with obesity: a randomized controlled trial.
McElroy SL, Kotwal R, Guerdjikova AI, Welge JA, Nelson EB, Lake KA, D’Alessio DA, Keck PE, Hudson JI.
J Clin Psychiatry. 2006 Dec;67(12):1897-906

2 Commenti

  1. Pingback: Antiepilettici, Sovrappeso ed Obesità

  2. Pingback: Neuro Farmacologia » Archivio blog » Antiepilettici, Sovrappeso ed …

Lascia un commento