La Bulimia nervosa (BN) è un disturbo della condotta alimentare caratterizzato da episodi ricorrenti di abbuffate, sensazione di mancanza di controllo sul comportamento alimentare associati ad un uso regolare di vomito autoindotto e/o altri metodi per prevenire l’aumento di peso. Il Vomito autoindotto è praticato particolarmente spesso come metodo di controllo del peso ed assume un ruolo di primo piano nelle complicanze mediche della Bulimia. In questi pazienti non è raro infatti riscontrare squilibri idro-elettrolitici, iperamilasemia, gastriti ed esofagiti con dilatazione gastrica (che arrivano fino all’edema ed all’erosione delle mucose). Analogamente non sono rare le gengiviti, le erosioni dentali ed i rigonfiamenti e le infiammazioni delle ghiandole parotidi.
Tra le complicanze mediche legate all’emesi rientrano i danni causati all’esofago dal contenuto gastrico acido che defluisce così frequentemente nella parete esofagea, in maniera analoga a quanto si osserva nelle malattie gastroesofagee da reflusso. Le complicanze esofagee dei fenomeni di reflusso gastroesofageo includono la formazione di erosioni, ulcerazioni e la possibilità di progressione fino a lesioni tipiche definite “esofago di Barrett”, che rappresentano una tappa nella progressione delle lesioni ad adenocarcinoma dell’esofago. Leggi il seguito »