La mindfulness nel trattamento dei Disturbi della Condotta Alimentare

Riportiamo di seguito il lavoro dell’amico e collega Alessio Mini, psicologo clinico e psicoterapeuta presso la ASL-6, sulla mindfulness nel trattamento dei Disturbi della Condotta Alimentare. minialessio@katamail.com

La mindfulness è una pratica meditativa buddhista, una forma di consapevolezza, un modo di essere o un modo di vedere consistente nel fare attenzione alla propria esperienza; significa “fare attenzione in un modo particolare: intenzionalmente, nel momento presente e in modo non giudicante” (Kabat-Zinn, 1994), “essere presenti nel momento, lasciando che le cose siano esattamente così come sono, senza cercare di cambiare nulla” (Kabat-Zinn, 1990).
Fin dai primi anni ottanta, Jon Kabat-Zinn, assieme ai suoi colleghi, ha elaborato il programma Mindfulness-Based Stress Reduction (MBSR) presso la Stress Reduction Clinic, presso l’Università del Massachusetts a Worcester. Negli anni il programma si è dimostrato efficace nell’alleviare la sintomatologia fisica e psicologica di pazienti sofferenti di una grande varietà di patologie (Kabat-Zinn, 2003).
Da allora sono stati messi a punto diversi approcci terapeutici, oramai largamente conosciuti, che hanno implementato al proprio interno la mindfulness, tra cui spiccano la terapia comportamentale dialettica (Dialectical Behavior Therapy, DBT) della Linehan per il trattamento del disturbo borderline di personalità (Linehan et al., 1991; Linhean, 1993) e la terapia cognitiva basata sulla mindfulness (Mindfulness-Based Cognitive Therapy, MBCT) per la prevenzione delle ricadute nella depressione (Segal et al., 2002; Teasdale et al., 1995, 2000).
Più di recente, sono stati sviluppati almeno cinque approcci basati sulla mindfulness specificatamente per il trattamento dei disturbi della condotta alimentare:
– la terapia comportamentale dialettica (Safer et al., 2001; Telch et al., 2001)
– la terapia cognitiva basata sulla mindfulness (Baer et al., 2005, 2006)
– la terapia dell’accettazione e della dedizione (Heffner et al., 2002; Heffner & Eifert, 2004)
– il training per la consapevolezza alimentare basato sulla mindfulness (Kristeller & Hallett, 1999).
– EMPOWER (Enhancing Mindfulness for the Prevention of Weight Regain; Wolever et al., 2007; Wolever & Best, 2009).
In queste tipologie di intervento, la mindfulness è principalmente finalizzata al raggiungimento dei seguenti obiettivi: incrementare la consapevolezza e migliorare la capacità di riconoscere i segnali della fame e della sazietà e di distinguerli da altri eventi interni; accrescere la consapevolezza delle reazioni automatiche e sviluppare una maggiore disponibilità a stare con le emozioni negative, che in precedenza avrebbero scatenato un’abbuffata, contrastando così la tendenza a ricorrere al cibo per evitare la consapevolezza delle emozioni; limitare la tendenza ad agire impulsivamente; riconoscere e cercare di soddisfare i propri reali bisogni; facilitare l’accettazione di pensieri, immagini e paure legate al grasso nella paziente anoressica.

Riferimenti bibliografici:

Baer, R. A., Fischer, S., & Huss, D. B. (2005). Mindfulness-based cognitive therapy applied to binge eating: A case study. Cognitive and Behavioral Practice, 12, 351–358.
Baer, R. A., Fischer, S., & Huss, D. B. (2006). Mindfulness and acceptance in the treatment of disordered eating. Journal of Rational-Emotive & Cognitive-Behavior Therapy, 23, 281–300.
Heffner, M., & Eifert, G. H. (2004). The anorexia workbook: How to accept yourself, heal your suffering, and reclaim your life. Oakland, CA: New Harbinger.
Heffner, M., Sperry, J., Eifert. G. H., & Detweiler, M. (2002). Acceptance and commitment therapy in the treatment of an adolescent female with anorexia nervosa: A case example. Cognitive and Behavioral Practice, 9, 232-236.
Kabat-Zinn, J. (1990). Full catastrophe living: Using the wisdom of your body and mind to face stress, pain and illness. Dell Publishing, New York. Trad. it., Vivere momento per momento. Corbaccio, Milano, 2005.
Kabat-Zinn, J. (1994). Wherever you go, there you are: Mindfulness meditation in everyday life. Hyperion, New York. Trad. it., Dovunque tu vada ci sei già: capire la ricchezza del nostro presente per iniziare il cammino verso la consapevolezza. Corbaccio, Milano, 1997.
Kabat-Zinn, J. (2003). Mindfulness based interventions in context: Past, present, and future. Clinical Psychology Science and Practice, 10, 144–156.
Kristeller, J. L. & Hallett, C. B. (1999). An exploratory study of a meditation-based intervention for binge eating disorder. Journal of Health Psychology, 4(3), 357-363.
Linehan, M.M. (1993). Cognitive-behavioral treatment of borderline personality disorder. Guilford Press, New York. Trad. it., Trattamento cognitivo-comportamentale del disturbo borderline: il modello dialettico. Cortina, Milano, 2001.
Linehan, M.M., Armstrong, H.E., Suarez, A., Allmon, D., & Heard, H.L. (1991). Cognitive behavioral treatment of chronically parasuicidal borderline patients. Archives of General Psychiatry, 48, 1060–1064.
Safer, D. L., Telch, C. F., & Agras, W. S. (2001). Dialectical behavior therapy for bulimia nervosa. American Journal of Psychiatry, 158, 632-634.
Segal, Z. V., Williams, J. M. G., & Teasdale, J. D. (2002). Mindfulness-based cognitive therapy for depression: A new approach to preventing relapse. Guilford Press, New York. Trad. it., Mindfulness: al di là del pensiero, attraverso il pensiero.
Teasdale, J. D., Segal, Z. V., & Williams, J. M. G. (1995). How does cognitive therapy prevent depressive relapse and why should attentional control (mindfulness) training help? Behaviour Research and Therapy, 33, 25-39.
Teasdale, J.D., Segal, Z.V., Williams, J.M.G., Ridgeway, V.A., & Soulsby, J.M. (2000). Prevention of Relapse/Recurrence in Major Depression by Mindfulness-Based Cognitive Therapy. Journal of Consulting and Clinical Psychology, 68, 615-623.
Telch, C. F., Agras, W. S., & Linehan, M. M. (2001). Dialectical behavior therapy for binge eating disorder. Journal of Consulting and Clinical Psychology, 69, 1061-1065.
Wolever, R.Q., & Best, J.L. (2009). Mindfulness-Based Approaches to Eating Disorders. In F. Didonna (Ed.), Clinical Handbook of Mindfulness (pp. 259-287). Springer, New York.
Wolever, R. Q., Ladden, L., Davis, J., Best, J., Greeson, J., & Baime, M. (2007). EMPOWER: Mindful Maintenance Therapist Manual. Unpublished treatment manual for NIH funded grants 5U01 AT004159 and 5 U01 AT004158). Duke University and University of Pennsylvania (respectively).

Un commento

  1. Pingback: Neuro Farmacologia » Archivio blog » La mindfulness nel …

Lascia un commento