Lamotrigina, un antiepilettico differente

La stabilizzazione dei disturbi dell’umore è uno degli argomenti più controversi e dibatutti nella psichiatria contemporanea. I limiti diagnostici e le implicazioni per il trattamento della depressione, della mania e del disturbo bipolare non cessano di attirare l’interesse di clinici e ricercatori con la prospettiva di trovare sempre nuove possibilità …

trattamenti antidepressivi e depressione bipolare, rapporto tra rischio e beneficio

Durante i trattamenti antidepressivi il rischio di indurre o slatentizzare un disturbo bipolare è una delle principali preoccupazioni dello psichiatra. Dal punto di vista dell’osservazione clinica trasversale (cioè la valutazione dei sintomi presentati al momento della visita e non il decorso precedente e la storia familiare) le depressioni unipolari (cioè …

L’alcolismo e le sue conseguenze per la salute psichica

Il disturbo da uso di sostanze alcoliche è una patologia grave che rischia di essere presentata sui mezzi di informazione in maniera eccessivamente catastrofica e rinunciataria (una malattia inguaribile o trattabile soltanto in un numero ristretto di casi fortunati) oppure rischia di essere liquidata sbrigativamente come una cattiva abitudine praticamente …

I sali di litio, la scoperta, l’innovazione e la sicurezza della terapia

Il litio (dal greco lithos, “pietra”) venne scoperto da Johann Arfvedson nel 1817. Arfvedson trovò il nuovo elemento all’interno dei minerali di spodumene, lepidolite e petalite, che stava analizzando sull’isola di Utö in Svezia. L’interesse per l’impiego del litio in campo medico risale alla metà del 1800 quando ne venne …

Comorbidità e depressione

Il concetto di comorbidità è stato introdotto nella letteratura medica nel 1970 per indicare una condizione clinica caratterizzata dalla presenza, contemporanea o in momenti diversi della vita, di più disturbi nello stesso paziente (es. un infartuato con un rafreddore). La valutazione della comorbidità in psichiatria non rappresenta soltanto un mero …

Cannabinoidi, finalmente soltanto farmaci

Al termine di un serrato dibattito tra probizionisti ed antiproibizionisti sull’uso dei cannabinoidi (che a volte è stato veramente poco scientifico e molto ideologico) la ricerca neurofarmacologica arriva a mettere alcuni punti fermi: sembra attualmente possibile almeno sperimentare gli effetti farmacologici dei cannabinoidi separatamente rispetto agli effetti psicotropi sul sistema …

Efficacia e tollerabilità degli antipsicotici, dalla terapia al benessere

Fin dal suo avvento nei primi anni 50 i farmaci antipsicotici erano stati sviluppati con lo scopo di controllare i sintomi della schizofrenia. Nel corso del tempo l’impiego di tali farmaci si è esteso comprendendo il trattamento dei sintomi del disturbo bipolare e di altre patologie psichiche migliorandone in molti …

Presentazione libro su “Il Disturbo di Panico”

Giovedì 16 luglio 2009 alle ore 21.00, presso il Polo CSM-La Rocca, in via S. Agostino 15 a Pietrasanta (LU) verrà presentato il libro “Il disturbo di Panico” di Mario Di Fiorino e Guido Jacopo Massei

Genetica della depressione, un passo indietro

Dopo anni di ricerca nell’ambito della vulnerabilità genetica nei confronti della depressione arriva una doccia fredda da una recentissima pubblicazione sulla stampa specialistica. Nel corso del tempo si erano accumulati numerosi e promettenti studi sul coinvolgimento di una specifica variante genetica del trasportatore del neurotrasmettitore serotonina nel rischio sviluppare disturbi …

Il disturbo ossessivo compulsivo, le compulsioni

Le compulsioni sono comportamenti o atti mentali finalizzati, che vengono messi in atto e ripetuti numerose volte con un senso di costrizione. La persona si sente forzata ad agire le compulsioni e le ripete più volte in modo volontario ma senza la capacità di fermarsi. Di solito le compulsioni hanno …