Nel contesto del Master presso il dipartimento di psichiatria è stato affrontato l’argomento dell’agitazione psicomotoria. In particolare sono stati descritti gli aspetti del triage, i meccanismi causali e la sicurezza dei trattamenti. Sono state inoltre le caratteristiche peculiari dell’agitazione psicomotoria in alcune tipologie di pazienti che sono particolarmente a rischio del punto di vista medico generale (cosiddette “Special Populations”)
Il download delle diapositive del corso è disponibile questo link

http://www.neurofarmacologia.net/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif download: agitazione psicomotoria master 2014 (9.10MB)
added: 23/10/2014
clicks: 70
description: caratteristiche, meccanismi causali, triage, sicurezza dei trattamenti nell'agitazione psicomotoria

L’articolo sul rapporto tra rischio di osteoporosi ed anoressia nervosa (Is osteoporosis risk in anorexia nervosa underestimated? A case report series) è, al momento, uno degli articoli più visti e scaricati dalla rivista Open Journal of Internal Medicine, con 1571 visite e 404 download.
Per quanto i dati riportati nel lavoro siano preliminari, la sua larga diffusione ci da la misura di quanto sia importante non trascurare i rischi che l’anoressia nervosa comporta. Medici e familiari dovrebbero ricordare che giovani pazienti affetti da anoressia nervosa ed in condizioni mediche generali apparentemente buone, possono in realtà essere ad alto rischio di fratture patologiche. In questo senso è dirimente il ruolo della valutazione osteodensitometrica.
Ci auguriamo che la ulteriore diffusione di questo articolo possa contribuire alla sicurezza dei nostri pazienti.

il link all’Open Journal of Internal Medicine:

http://www.scirp.org/journal/ojim/

Nella bellissima cornice delle campagne senesi si è svolto il del corso di formazione su uno dei temi fondamentali nel rapporto medico – paziente, ovvero la complessa relazione tra mente e corpo. Il corso, progettato per i colleghi di medicina generale, si proponeva di fornire gli elementi per affrontare la gestione del paziente psicosomatico, quella del paziente anziano con decadimento cognitivo e non ultima quella dei disturbi del comportamento.

Per gli interessati una parte delle diapositive utilizzate nelle presentazioni frontali del corso sono scaricabili dal link seguente in formato pdf

Somatizzazioni Siena 2014

 

mente e corpo

I disturbi da somatizzazione e quelli di conversione sono tutt’altro che infrequenti nella pratica clinica. Sebbene l’argomento di tali disturbi venga spesso affrontato in maniera generale è importante ricordare che le differenze tra la somatizzazione e la conversione hanno importanti implicazioni per quanto riguarda le cure di cui questi pazienti hanno bisogno. Volentieri diamo visibilità all’articolo sull’argomento pubblicato dal nostro gruppo sulla rivista italiana per la formazione in psichiatria.

http://www.sifip.com/rivista-laltro-organo-ufficiale-sifip/142-abstract-103.html

laltro-anno-xvi-n.3

indice-laltro-anno-xvi-n.3